Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

CONTRIBUTI MAECI A FAVORE DELLE MISSIONI ARCHEOLOGICHE ITALIANE IN ERITREA

L’Ambasciata d’Italia in Asmara è lieta di comunicare che il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (DGSP – Uff. VI) ha confermato, e sensibilmente incrementato, il contributo a favore delle missioni archeologiche italiane operanti in Eritrea.

I progetti in essere e relativi contributi erogati sono i seguenti:

A metà del cammino di homo: evidenze dalla Dancalia eritrea – Diretto dal Prof. Alfredo Coppa dell’Università la Sapienza di Roma (Euro 14.000);

Scavi presso il sito di Adulis – già città emporio e porto di Axum, sulla costa occidentale del Mar Rosso. Diretto da Prof.ssa Serena Massa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (Euro 6.000).
La finalità complessiva del progetto è di creare il primo parco archeologico dell’Africa sub-sahariana al quale è peraltro assegnato un ben più cospicuo finanziamento da parte dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Il contesto paleoecologico delle origini dell’umanità: il caso di Buia – Diretto dal Prof. Lorenzo Rook dell’Università di Firenze (Euro 8.000).