Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

CONCLUSO IL PROGETTO DELLA COOPERAZIONE ITALIANA “DIALOGUE, TRAINING, BARGAINING: WORK AS AN INSTRUMENT OF PEACE”.

IMG_20240415_142935
Nexus-NCEW

Si è svolto lo scorso 12 aprile ad Asmara il seminario conclusivo del progetto “Dialogue, training, bargaining: work as an instrument of peace”. L’iniziativa, finanziata dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) – Ufficio di Khartoum, nel quadro del bando AID 11604, è stata condotta dalle Organizzazioni della Società Civile (OCS) legate ai maggiori sindacati italiani, Nexus, ISCOS e Progetto Sud (afferenti rispettivamente a CGIL, CISL e UIL), insieme a VIS-Volontariato internazionale in partenariato con il sindacato eritreo National Confederation of Eritrean Workers (NCEW). Avviato nel 2019, il progetto ha offerto a più di 300 giovani eritrei una formazione professionale in tre settori: turismo, tecnologie dell’informazione e della comunicazione e catena del freddo. A questi si aggiungono gli oltre 200 partecipanti ai corsi di cucina e di igiene e sicurezza tenuti dagli chef italiani Daniele Paralovo e Paolo Maspero nell’ambito delle attività di promozione integrata organizzate dal 2022 dall’Ambasciata d’Italia ad Asmara presso la cucina della sede della NCEW. Una sede di nuova costruzione, dotata di due sale conferenze tecnologicamente all’avanguardia, anch’essa realizzata con i fondi del progetto in parola. Al seminario è intervenuto l’Ambasciatore Marco Mancini, il quale, insieme ai rappresentati delle OSC e dei sindacati partner presenti all’evento conclusivo, ha consegnato ai vertici della NCEW le targhe commemorative del progetto.